Nelle serate di martedì 16 e giovedì 18 gennaio si sono svolti in collaborazione con il Consorzio Agrario dell’Emilia presso la Sala Riunioni del CAP di Imola, i primi due incontri tecnici sul pesco e sull’albicocco, rivolte ai soci della cooperativa Ortolani Cofri e ai clienti del Consorzio Agrario, i quali hanno mostrato interesse ed entusiasmo per l’elevato numero di partecipanti in entrambe le serate.
La prima serata si è aperta con l’introduzione di Claudio Cristiani, responsabile tecnico del Consorzio Agrario dell’Emilia, il quale ha esposto gli argomenti che verranno trattati durante tutti gli incontri. E’ seguito un secondo intervento del neo presidente della Cooperativa Ortolani Cofri, Gabriele Cristofori, il quale ha tenuto a precisare che lo spirito degli incontri e le iniziative future rivolte ai soci della cooperativa (corsi di potatura, visite aziendali ecc.) hanno la volontà e lo scopo di fornire degli strumenti utili per potenziare e valorizzare le risorse agricole del territorio.
Sia per il pesco che per l’albicocco è stato invitato Stefano Foschi del CRPV di Cesena il quale ha fatto una carrellata sul panorama varietale, illustrando le cv. precoci, medie e tardive, concentrandosi su quelle inserite nei disciplinari di produzione integrata dell’’Emilia Romagna, evidenziando pregi e difetti di ogni varietà in relazione anche alle esigenze di mercato che si riflettono sull’azienda agricola.
A chiudere entrambi gli incontri è stato invitato Roberto Barbieri di Demetra Italia per la parte della fertilizzazione, delle esigenze nutritive delle piante da frutto e i sistemi innovativi di concimazione proponendo un piano di fertilizzazione in base alle esigenze del pesco e dell’albicocco. Barbieri si è soffermato sul concetto di biodiversità del suolo agrario e della sua tutela, quindi il ruolo chiave che la sostanza organica ha nel mantenimento del suo equilibrio. Ha presentato una linea a base di micorrize che migliorano lo sviluppo radicale, l’assorbimento dell’acqua e delle sostanze nutritive, inoltre ha affermato l’importanza dell’apporto dei micro, meso, e macroelementi in base alle esigenze colturali e alla fase fenologica delle piante e di non sottovalutarne l’apporto anche in post-raccolta.
Informiamo i soci interessati che il materiale delle serate verrà prossimamente condiviso sul sito della cooperativa www.ortolanicofri.it.
Invitiamo i soci a partecipare anche ai prossimi incontri di martedì 23 gennaio sul pero, del 25 gennaio sull’actinidia per finire il 1 febbraio sull’impiantistica nel frutteto.

Scarica il PDF 1

Scarica il PDF 2

Scarica il PDF 3

Scarica il PDF 4